MotoGp, ad Aragon cadono pioggia e piloti

MotoGp, ad Aragon cadono pioggia e piloti

Pioggia fatale per Rossi, protagonista di una brutta caduta sul circuito d’Aragon dopo la sesta posizione delle qualifiche. Si interrompono presto le speranze di ripete la grande prestazione di Misano, scivolate su quell’erba bagnata che è costata anche un trauma cranico al Valentino nazionale. Sta bene, però, il campione, trasportato con urgenza all’ospedale per una Tac, ma che già nella serata di ieri faceva sapere a tutti i suoi fans, tramite i suoi profili social ufficiali, che il peggio era passato. La spunta così Lorenzo, su un tracciato reso difficilissimo dall’enorme quantità d’acqua caduta. Il cambio moto un po prima degli altri è stato decisivo per il pilota spagnolo, vincitore davanti Espargaro e Crutchlow. “Finalmente. Dopo tanto tempo senza vincere questo successo vale tantissimo anche perché ottenuto in condizioni difficili” le parole di Jorge. Giornata nera anche per gli altri italiani in scena: poco prima della paura per Rossi, anche Andrea Iannone era finito fuori pista, mentre battagliava con Marquez e Lorenzo per la prima posizione; per fortuna non ha riportato problemi fisici. Petrucci, con ART-Aprilia solo undicesimo. Fuori a causa della pioggia anche Marquez che resta però al comando della classifica, grazie anche al mancato piazzamento di Pedrosa. MotoGp d’Aragon difficile per molti, ora il prossimo appuntamento è in Giappone.

Share

Leave a Reply