Montezemolo, la liquidazione è d’oro

Montezemolo, la liquidazione è d’oro

Si conclude con una pioggia d’oro l’avventura di Montezemolo con il Cavallino. Confermate da una nota Fiat le prime indiscrezioni riguardo una buonuscita generosa, anche se dal Lingotto ci tengono a precisare come non sia nulla di più di quanto pattuito fin dal 2003. Saranno ben 27 milioni di euro quindi, composti da due parti: quasi 14 milioni di indennità pari a cinque volte la componente fissa della remunerazione annua di 2,7 milioni, pagabile in vent’anni; da aggiungersi ad altri 13,2 milioni da erogare entro il 31 gennaio 2015, cioè la componente fissa e variabile della remunerazione dovuta sino all’originale scadenza del mandato in Ferrari.

Tanti soldi, che hanno generato ondate di indignazione sul web, con chi vorrebbe addirittura un intervento dello Stato per fermare la cosa. Come detto in apertura, però, tale liquidazione era stata già descritta nella Relazione sulla Remunerazione pubblicata dalla società nel 2003. Spalle coperte e portafogli pieno, la fine di un amore non è mai stato tanto dolce.

Share

Leave a Reply