F35, approvata alla Camera la mozione Pd

F35, approvata alla Camera la mozione Pd

Ufficiale il via libera alla mozione del Pd che impegna il governo a dimezzare il budget finanziario previsto in un primo momento per il programma F35. Con 275 voti favorevoli, 45 contrari e 152 astenuti, la mozione, che ha come primo firmatario Gian Piero Scanu, mira a massimizzare i ritorni economici, occupazionali e tecnologici del programma, nell’ottica di un percorso di revisione dello strumento militare dettato dai rigorosi vincoli di bilancio che la crisi impone. Con il parere favorevole dell’esecutivo, sono state approvate anche altre mozioni proposte dalla maggioranza, come quella di Sc per aggiornare il programma in relazione alle esigenze di bilancio e quella di Fi, che impegna il governo a stabilizzare le esigenze della difesa con le più generali ed impellenti esigenze di contenimento della spesa pubblica. Sono state invece bocciate soltanto le due presentate dal M5s e dalla Lega Nord, che miravano ad un’uscita totale dell’Italia dal programma, puntando su caccia meno evoluti come gli F22. Le mozioni del Movimento cavalcavano l’onda di alcuni personaggi di spicco del mondo culturale italiano, con intellettuali come Roberto Saviano, Toni Servillo e Stefano Benni a chiedere ai parlamentari di bloccare la decisione sbagliata del governo d’impegnarsi nel progetto destinandogli 12 miliardi di euro per l’acquisto di 131 velivoli. Al momento la partecipazione italiana al programma prevede soltanto l’assemblaggio di alcune parti dei caccia mentre Finmeccanica vorrebbe occuparsi anche delle componenti elettroniche, per incrementare la creazione di occupazione, con l’impiego previsto di 1500 addetti diretti che potrebbe salire in questo modo fino a 6500.

Share
Tagged with

Leave a Reply