Eurogruppo, Padoan: “Rispetteremo i vincoli europei”

Eurogruppo, Padoan: “Rispetteremo i vincoli europei”

Si è tenuta stamani a Milano la riunione dell’Eurogruppo in vista dell’Ecofin che si terrà sempre nel capoluogo lombardo. Stabilito il programma anticrisi, che in breve prevedrà l’accelerazione sulle riforme strutturali per garantire maggiore occupazione e una riduzione del cuneo fiscale sul lavoro. Al suo arrivo all’incontro, il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan aveva garantito che l’Italia rispetterà gli impegni presi, nonostante l’obiettivo di un deficit al 2,6% fosse maggiormente compatibile con un diverso quadro macroeconomico. Anche il premier Renzi è intervenuto in mattinata con un twitt ufficiale, ribadendo come il nostro Paese rispetterà l’indicatore europeo, e auspicando ora gli investimenti dall’Europa. Anche il governatore della Bce, Mario Draghi, è intervenuto sulla questione, insistendo sulla necessità d’investimenti e di riforme strutturali più profonde e sottolineando come la ripresa, per fragile che sia, continuerà.

Concorda che la priorità in Europa sono la crescita e l’occupazione anche il presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, il quale però ammette che il grande dibattito è su quali politiche usare per ottenere la crescita occupazionale auspicata. Una timida apertura ad investire arriva anche dal ministro delle finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble: “Siamo in un ambiente economico che richiede un rafforzamento degli investimenti in Europa, Germania inclusa. Servono più investimenti, rispetto del consolidamento, riforme e un quadro regolatorio migliore”. Apertura confermata dallo stesso Padoan: “Non ci sono resistenze da parte della Germania, c’è accordo. Il patto per la crescita è una proposta di tutti, è già sul tappeto, si fonda su riforme strutturali, mercato interno e finanza per la crescita”.

Share

Leave a Reply