Concordia, Domnica: “Dovevamo scappare in elicottero”

Concordia, Domnica: “Dovevamo scappare in elicottero”

Così come aveva annunciato su Facebook nei giorni scorsi, Domnica Cemortam, l’ex hostess della Concordia che ha passato la notte del naufragio assieme al comandante Francesco Schettino, ha raccontato in un’intervista al settimanale Oggi, in edicola da mercoledì, alcuni retroscena di quella tragica notte. “Salimmo al ponte 11 e, anche se Schettino sostiene di esserci andato per controllare la dritta della nave, io dico che eravamo lì ad aspettare un elicottero che portasse via tutti e tre. O forse solo qualcuno di noi” ha raccontato Domnica. Secondo l’ex hostess “mentre a bordo si scatenava l’inferno e decine di persone perdevano la vita, veniva predisposta un’uscita rapida e indolore per pochi privilegiati”. “Nessuno parlò dell’arrivo di un elicottero –ha aggiunto- ma mentre eravamo lì, il comandante aveva un’aria impaziente, continuava a guardarsi in giro, come se aspettasse qualcosa. A un certo punto disse: ‘Ma qui non ci vede nessuno!’. Il riferimento mi è sembrato inequivocabile. Chi mai doveva vederci di notte in cima alla nave? Da sotto – ha concluso- nessuno ci poteva vedere. Evidentemente era dall’alto che dovevamo renderci visibili”.

Share

Leave a Reply