Atreju lascia Colle Oppio per l’Isola Tiberina

Atreju lascia Colle Oppio per l’Isola Tiberina

Nuova location per la tradizionale manifestazione “Atreju”, che dopo 16 edizioni nel parco di Celio quest’anno si sposta per la prima volta all’Isola Tiberina. Dal 17 al 21 settembre torna la festa dei giovani del partito di Giorgia Meloni, che questa mattina nella sala stampa della Camera dei Deputati, insieme al presidente di Gioventù Nazionale, Marco Perissa e ai componenti dell’esecutivo nazionale di FdI-An, ha presentato il cartellone della kermesse. Ad inaugurare la manifestazione il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, che anche lo scorso anno ha portato un saluto istituzionale, mentre Matteo Renzi, che era atteso dal popolo della destra, ha declinato l’invito. “Atreju – ha detto la Meloni – è la manifestazione più longeva della destra italiana, nacque 17 anni fa. Da allora molto e’ cambiato eppure Atreju ha saputo crescere, mantenendo la sua identità e diventando il luogo di confronto per eccellenza: a noi piace così, una politica che non si odia, senza filtri, che si mette a confronto nell’interesse generale”. Diverse le novità in cartellone per la 17 edizione intitolata “L’Isola che c’è” e gli ospiti attesi, che saranno protagonisti della 5 giorni di dibattiti e confronti. Per la sezione “La piazza delle idee”, saranno affrontati i temi caldi del dibattito politico: la riforma del mercato del lavoro, la lotta alla corruzione, le riforme istituzionali e l’economia. Ospiti della piazza di Atreju saranno tra gli altri il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, il presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno, l’eurodeputato Raffaele Fitto, il presidente della Giunta per le autorizzazioni della Camera, Ignazio La Russa. Ad animare l’arena “Versus. L’elogio del contrasto”, che per la prima volta si presentera’ come un confronto due contro due, ci sarà invece, tra gli altri, anche il presidente della Camera, Laura Boldrini. Sabato 20 settembre alle ore 18 sarà la volta del dibattito “Costruire l’alternativa per non morire renziani”, a cui parteciperà Giorgia Meloni. “In un tempo in cui si discute di fare tavoli chiusi per le prossime regionali – ha spiegato Meloni – noi siamo convinti che il luogo per parlarne sia invece una piazza aperta, dove cercheremo di capire se per il centro destra ci sono margini per fare ancora qualche cosa insieme”. Ampio spazio anche per cultura e spettacoli e per una maratona non competitiva della solidarietà intitolata “Maro’ a casa di corsa”, per chiedere il ritorno in Italia dei fucilieri di Marina Latorre e Girone. La manifestazione sportiva si svolgerà sabato 20 settembre alle ore 14, con partenza da piazza della Repubblica e arrivo all’Isola Tiberina.

Share

Leave a Reply