Anticipo 4° giornata: il Milan non va oltre il 2 a 2 contro un ottimo Empoli

Anticipo 4° giornata: il Milan non va oltre il 2 a 2 contro un ottimo Empoli

Ieri sera a Empoli si è disputato l’anticipo della 4° giornata della Serie A, con il match tra i toscani padroni di casa ed il Milan ad aprire le danze a quello che sarà il ricco menù che il campionato ci offrirà questa sera. Sulla carta una partita comoda per i rossoneri, chiamati a reagire dopo la sconfitta di sabato con la Juve. L’Empoli però non ci sta a passare da vittima sacrificale e dimostra le buone impressioni destate fino ad ora: passare al Castellani non è stato facile per la Roma, il Milan non ci è riuscito e sicuramente sarà facile per nessuno. Finisce infatti 2 a 2 con due errori della difesa della squadra di Inzaghi a regalare il doppio vantaggio ai toscani già al 20’ minuto. Prima Tonelli da azione di calcio d’angolo, poi Pucciarelli sugli sviluppi di una punizione, come risultati di un pressing asfissiante e alcune individualità interessanti, come Verdi e Valdifiori. Il Milan sembra in bambola, ma ecco che si sveglia il campione: Torres s’inventa un preciso colpo di testa che poco prima dell’intervallo spegne gli entusiasmi del Castellani e permette ai rossoneri di riorganizzare la squadra. Gli ingressi di Bonaventura per l’infortunato Van Ginkel e di Poli per il sempre nervoso e mai decisivo Muntari, regalano maggiore dinamismo e ne beneficiano soprattutto Honda e Menez. Proprio il giapponese pareggia i conti con un preciso diagonale al 60’ minuto. Di lì tante occasioni, con una traversa proprio di Menez, e alcune opportunità in contropiede per Maccarone, ma il risultato non cambia più.

Una partita bella, dal ritmo alto, con un risultato giusto. Da segnalare nel finale l’espulsione per doppio giallo di Valdifiori, che fa infuriare tutto l’Empoli: più che per il fatto in se, fanno rabbia le mancate espulsioni di Muntari e Zapata, rei di numerosi falli, e la mancata concessione di un rigore per fallo di mano di Bonera. Episodi da rivedere e che avrebbero potuto indirizzare la partita su un altro binario. La squadra di Sarri si rende protagonista comunque di un’ottima partita davanti il suo pubblico, evidenziando nuovamente i limiti di un Milan decisamente di un altro livello rispetto a quello dello scorso anno ma che ha ancora molto da lavorare prima di potersi avvicinare alle due teste di serie del campionato. Forse è prematuro anche parlare di terzo posto, ma la pochezza delle avversarie, Napoli in primis, rendono avvicinabile l’obiettivo. Se poi Fernando Torres torna quello visto a Madrid e Liverpool, allora il discorso potrebbe cambiare: i segnali visti ieri dall’attaccante spagnolo sono incoraggianti in tal senso.

Share

Leave a Reply